Home | Azienda | Servizi | Ricerca e Sviluppo | Prodotti | News | Faq | Lavora con noi | Link | Contatti
RICERCA E SVILUPPO


Il sistema di misurazione con tecnologia 3D / 4D denominato Formetric è una speciale apparecchiatura abilitata ad un metodo veloce e non invasivo ideale per la misurazione statica e dinamica della colonna vertebrale e della superficie del dorso.

Il Formetric permette l'analisi della superficie e delle forme spinali compresi i parametri funzionali sia in 3D (tridimensionale), che in 4D (tridimensionale più il fattore "tempo di acquisizione"), consentendo quindi di visualizzare la ricostruzione della colonna vertebrale.

Parametri clinici obiettivi, descrizione della scoliosi, cifosi, lordosi, rotazione vertebrale e altri parametri di rilievo sono calcolati con un alto grado di accuratezza e possono essere usati nella diagnosi, negli screenings sulla popolazione giovane, nella fisioterapia o nelle altre applicazioni cliniche.

La nuovissima tecnologia 4D permette all'operatore la possibilità di analizzare e documentare i movimenti della superficie del dorso e la motilità della colonna attraverso la realizzazione di brevi filmati o di sequenze di scansioni.

Il sistema Formetric analizza la superficie in maniera sofisticata ed automatica, senza nessun marker o intervento manuale sulle vertebre.

I limiti anatomici e i dati sulla posizione e sulla rotazione vertebrale sono automaticamente rilevati, usando i dati di ricostruzione provenienti dalla scansione di superficie ad alta definizione ed i modelli anatomici e patologici scientifici.

Il risultato è la visualizzazione dal modello della forma nella sua interezza insieme a tutti i dati di misurazione reale inerenti la colonna vertebrale ed il bacino posti in esame.

La variazione tra differenti esami statici ai raggi X o nella misurazione in 3D è significativa.

Con la nuova tecnologia 4D è possibile avere più esami in sequenza evitando le oscillazioni posturali spontanee del paziente, semplicemente realizzando una serie di scansioni automatiche che il software processerà effettuando la media delle acquisizioni ed accrescendo la qualità dei risultati clinici.

I continui movimenti del corpo (misurazioni volumetriche), possono essere registrati ed analizzati dalla tecnologia 4D.

Le applicazioni tipiche sono le prove di inclinazione laterale, gli esami su uno stepper o su un tapis roulant.

Altre applicazioni cliniche saranno possibili nel prossimo futuro.

 

La scoliosi, dalle ultime ricerche in campo mondiale e nazionale, continua a essere un dimorfismo sempre più frequente nella giovane popolazione e, statisticamente, circa l’80% è idiomatica cioè, senza una precisa causa eziopatogenetica.
Il medico sportivo si trova spesso di fronte a delicate situazioni quando deve autorizzare giovani, con incipienti patologie della colonna vertebrale, alla pratica di attività agonistiche di sport “monolaterali� (tennis, scherma, ecc…) che potrebbero peggiorare, in maniera anche irreversibile, l’iniziale patologia vertebrale.
Fino ad oggi le possibilità diagnostiche di vizi posturali che si riflettono sulla colonna vertebrale erano affidate alla RXgrafia, “sotto carico� e per intero, della colonna stessa.
I potenziali effetti patologici dei raggi Roentgen hanno però sempre ritardato l’inizio dell’indagine diagnostica a un’età la più avanzata possibile (12 – 14 anni) e solo in quei casi che all’esame clinico presentavano il forte sospetto di dismorfismo della colonna vertebrale.
L’identico pericolo ne ha poi limitato al minimo il “follow up� sullo stesso giovane paziente.
Una innovativa macchina, il Formetric 4D, che si basa invece sulla scannerizzazione tridimensionale (3D) della colonna vertebrale e del dorso, ottenuta mediante la proiezione di un fascio di luce alogena, ci permette oggi lo studio accurato, e poi il successivo controllo anche ravvicinato, di tutti i potenziali paramorfismi della colonna vertebrale, senza alcun pericolo per il giovane paziente.
Scopo della nostra ricerca è stato quello di saggiare le potenziali e reali capacità diagnostiche di Formetric 4D.
A tale scopo sono stati valutati, in circa 2 anni, oltre 1000 giovani di ambo i sessi, di età compresa fra i 6 e i 12 anni.
Per tutti è stata fatta la valutazione di base; sono stati corretti i difetti posturali potenziali cause di paramorfismi; è stata immediatamente fatta la valutazione di controllo dopo la idonea correzione e tutti sono stati sottoposti a successivi controlli con scadenza semestrale.
Nessuno dei soggetti trattati ha presentato un peggioramento della patologia iniziale. La totalità ha presentato invece una stabilizzazione del quadro iniziale, dopo correzione.

Conclusioni:
a nostro parere, per l’esperienza fin qui fatta, il Formetric 4D può essere un precoce e valido mezzo diagnostico dei paramorfismi vertebrali del giovane, causati da vizi posturali.
È infatti possibile, con l’uso di Formetric 4D attuare:

  1. un inizio precoce dello screening di valutazione;
  2. la correzione della patologia posturale accertata;
  3. il controllo immediato dell’effettivo risultato apportato dalla correzione sul paramorfismo;
  4. il controllo anche ravvicinato del decorso del tempo, con possibilità di istituzione di una vera e propria storia della patologia in tutta la sua evoluzione.






















Copyright 2009-2013 Ortopedia IMAR | Tutti i diritti riservati